Da domani i “Limoni per la ricerca”: il ricavato per gli studi contro il cancro

Molti non sono a conoscenza delle svariate proprietà benefiche del limone: oltre ad essere ricco di vitamina C, la sua buccia contiene il “limonene”, una molecola considerata antitumorale.

Più precisamente può aiutare ad evitare il danno cellulare da ‘radicali liberi’ implicato nella progressione di diverse malattie tra cui il cancro, le malattie cardiovascolari e la formazione della cataratta. Tutte valide motivazioni per sostenere l’iniziativa promossa dalla Fondazione Umberto Veronesi in collaborazione con ‘Citrus – l’Orto italiano’, chiamata “Limoni per la ricerca”.

A partire da domani e fino a domenica 22 aprile saranno distribuiti sacchetti di limone in 2500 supermercati di tutta Italia al costo di 2,00 euro. Per ogni confezione venduta 40 centesimi saranno devoluti alla ricerca scientifica contro i tumori. E’ possibile conoscere tutti i punti vendita che hanno aderito all’iniziativa sul sito www.citrusitalia.it/rivenditori/

“Grazie a questa seconda edizione e al prezioso sostegno di Citrus – ha affermato Monica Ramaioli, Direttore Generale della Fondazione Umberto Veronesi – sarà possibile finanziare il lavoro di ricercatori che quotidianamente si impegnano a trovare soluzioni di cura sempre più efficaci”.