abbraccio

Scienza degli abbracci, se a sinistra si vivono emozioni più forti

Una ricerca di natura psicologica ha dimostrato che se gli abbracci sono eseguiti alla sinistra dell’altro, è perché si stanno vivendo emozioni più forti, siano esse positive o negative

Attraverso un abbraccio si dimostra un sentimento che può essere più o meno forte come amore, gioia, conforto quando si eseguono in situazioni difficili. L’abbraccio fa parte di quelle interazioni umane che si manifestano sin dalla nascita ma si differenziano a seconda delle situazioni ed anche per come viene compiuto il gesto.

abbraccio
abbraccio

Una ricerca tedesca della Ruhr-Universität Bochum, pubblicata su Psychological Research, ha rilevato che, in generale, l’uomo preferisce abbracciare da destra ma qualora lo dovesse fare da sinistra, è perché si sente maggiormente coinvolto emotivamente dalla situazione.

La ricerca condotta dagli esperti tedeschi è stata eseguita su 2.500 abbracci, in situazioni diverse, a iniziare da quelli manifestati in aeroporto. Sia nelle aree della partenza sia in quella degli arrivi, sono stati analizzati in tutto 1.000 abbracci.

Si è infatti assunto che nelle due aree si stima un tipo di emozione diversa, da una parte la felicità per rivedere la persona che ritorna e dall’altra invece la tristezza nel vedere la partenza di una persona cara che sta per allontanarsi.

Esistono poi quelli che sono definiti come abbracci neutrali. I ricercatori hanno analizzato più di 500 abbracci su Youtube, in particolare sono state visionate e studiate clip di attori che abbracciavano persone estranee. Fra i test eseguiti, è stato chiesto a 120 persone di abbracciare un manichino. Su tutte queste situazioni sono stati eseguiti calcoli statistici e ciò che è emerso, è che gli abbracci da sinistra si verificano più frequentemente in situazioni positive e negative.

“Ciò è dovuto all’influenza dell’emisfero destro del cervello, che controlla il lato sinistro del corpo ed elabora sia le emozioni positive che negative”, spiega Julian Packheiser, l’autore principale dello studio.

Un altro dato interessante riguarda invece l’abbraccio fra uomini che accade meno frequentemente e che quando si verifica ha una maggiore tendenza a utilizzare il lato sinistro, anche quando si tratta di situazioni neutrali.

“La nostra interpretazione è che molti uomini considerano gli abbracci tra loro come qualcosa di negativo, quindi tendono a percepirli come negativi anche in una situazione neutrale” conclude Sebastian Ocklenburg, altro autore dello studio.