infarto

Rischio infarto fino a sei volte maggiore con l’influenza

Le possibilità di incorrere in un infarto aumentano con l’influenza, specie per gli anziani, e fino a sei volte di più rispetto a normali condizioni di salute

Seppure i rischi sono limitati a una settimana, quella che vede i pazienti colpiti dai sintomi dell’influenza, il rischio di infarto è di sei volte superiore specie per gli anziani.

Il dato, che emerge da uno studio canadese pubblicato dal New England Journal of Medicine, sottolinea che il rischio è maggiore per le persone di età più avanzata colpite dal virus B ma anche per coloro che sono al primo infarto nella propria vita.

infarto
infarto

L’associazione tra infarti e influenza non è nuova agli studiosi che già in passato hanno osservato la correlazione tra i sitntomi influenzali e gli attacchi di cuore, tuttavia lo studio effettuato dai ricercatori dell’Institute for Clinical Evaluative Sciences di Toronto si caratterizza rispetto agli altri, per aver lavorato su casi confermati da test di laboratorio.

Sono stati analizzati infatti, i dati relativi a ben 20mila persone che hanno confermato i pericoli per gli anziani sugli attacchi di cuore, riscontrati in 332 casi.

Lo studio ha potuto verificare come la maggiore probabilità di attacco cardiaco è stata vista anche per altre malattie respiratorie ma in misura minore rispetto all’influenza.

Naturalmente lo scopo della ricerca, oltre a mettere in evidenza l’associazione influenza – infarti è stato anche quello di raccomandare precise precauzioni per prevenire le infezioni respiratorie, attraverso ogni tipo di provvedimento dal lavaggio delle mani al vaccino.