Ricerca canadese: i dolcificanti fanno ingrassare come lo zucchero

Usare i dolcificanti in sostituzione dello zucchero, alla fine, potrebbe non essere la soluzione migliore per la salute

Una ricerca dell’Università di Manitoba a Winnipeg, in Canada, ovvero un’approfondimento effettuato su 37 studi che hanno coinvolto circa 400.000 persone per una media di 10 anni ha portato alla rivelato che coloro che usavano i dolcificanti si sono esposti maggiormente a problemi di obesità, pressione alta, diabete e malattie cardiache. I ricercatori, con l’obiettivo di fare il punto sui dolcificanti artificiali sempre più usati, sono giunti a una conclusione inaspettata dunque. Dette sostanze, utilizzate proprio in sostituzione dello zucchero, potrebbero essere altrettanto dannosi. La revisione dei ricercatori canadesi, effettuata su 37 studi, dimostra che i dati raccolti sul consumo dei dolcificanti porti agli stessi disturbi per i quali lo zucchero è stato imputato e condannato dagli scienziati di tutto il mondo. Dati chiaramente oggetto di attenzione non solo da parte dei ricercatori canadesi ma anche di tutto il globo che ora vorranno vedeci chiaro. Meghan Azad, il responsabile della ricerca dell’Università di Manitoba a Winnipeg, sostiene tuttavia che al momento serve maggiore cautela sul giudizio definitivo dei dolcificanti, in attesa che gli effetti possano misurarsi per un arco temporale maggiore. Ovviamente, sia l’uso dello zucchero che dei dolcificanti, per quanto possano essere dietetici, comporta l’assunzione di sostanze che bene o male non fanno bene alla salute dell’uomo. Appare chiaro dunque che evitare il loro utilizzo, abituandosi al sapore naturale di bevande e cibi sarebbe la miglior cosa da fare. Meno gusto, più salute potrebbe essere il motto più consono all’utilizzo dello zucchero.