Lorenzin

“Passaggio storico per la sanità italiana”: firmati dal Premier i nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea)

Via libera ai nuovi Lea – Livelli essenziali di assistenza. “Passaggio storico per la sanità italiana”, questo il commento del Ministro della Salute Lorenzin dopo la firma del Premier Gentiloni. Nei rinnovati Lea: tutte le prestazioni di procreazione medicalmente assistita, modifiche nell’elenco delle prestazioni di genetica, il nuovo piano vaccini e l’introduzione di nuove malattie rare

“E’ un passaggio storico per la sanità italiana”, queste le parole del Ministro Beatrice Lorenzin in seguito al via libera da parte del Premier Gentiloni, ai nuovi Livelli essenziali di assistenza- LEA, e al nomenclatore delle protesi. I vecchi Lea, fermi da ben 15 anni, cedono il passo all’introduzione di nuove prestazioni e servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a garantire a tutti i cittadini, con le risorse pubbliche, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket). Nei nuovi Lea, previste importanti novità relative alla malattie rare, nonché a quelle croniche ed invalidanti. Saranno ben 110 le malattie rare finora a pagamento, ad entrare a pieno titolo tra le prestazioni di cui le famiglie potranno fruire gratuitamente. Per quanto riguarda le malattie croniche, prevista l’introduzione di 6 nuove patologie nella lista: l’osteomelite cronica, le patologie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante, la sindrome di talidomide. Passano nei Lea l’endometriosi negli stadi clinici ‘moderato’ e ‘grave’ e la broncopneumopatia cronico ostruttiva negli stadi clinici ‘moderato’, ‘grave’ e ‘molto grave’. Vengono inoltre spostate tra le malattie croniche alcune patologie già esentate come malattie rare, come la celiachia e la sindrome di Down. Tra le nuove prestazioni a titolo gratuito, anche quelle di procreazione medicalmente assistita (Pma), compresa quella eterologa, fino ad ora gratuita solo in alcuni sistemi sanitari regionali ma non nell’intera penisola. Trasformazioni anche nell’elenco delle prestazioni di genetica nella quale sarà inserita la consulenza genetica. Spazio anche all’introduzione di terapie e strumenti tecnologicamente avanzate e di ultima generazione, quali la adroterapia impiegata contro determinati tipi di cancro o la radioterapia stereotassica. Innovativa anche l’enteroscopia con microcamera ingeribile, nuova tecnica che consentirà di effettuare una gastroscopia tramite l’ingestione di una pillola contenente una microcamera. Importanti novità anche per quanto riguarda l’approvazione di un nuovo piano vaccini, con l’introduzione di vaccini quali l’anti-papillomavirus per l’uomo, l’anti-meningococco B e l’anti-pneumococco. Tra le prestazioni gratuite dei servizi sanitari regionali italiani, anche lo screening neonatale relativo alla sordità congenita e alla cataratta congenita. Nei Nuovi Lea, non mancheranno moderne protesi, attrezzature domotiche e carrozzine speciali.