Beatrice Lorenzin

Ospedali psichiatrici giudiziari (OPG) chiudono definitivamente

Con il “passaggio” dagli OPG alle Rems, il ministro Lorenzin parla di “traguardo per i diritti umani e nel percorso della salute mentale”.

Beatrice Lorenzin
Chiudono gli Ospedali psichiatrici giudiziari, gli Opg. I ricoverati dovranno essere ospitati presso le strutture residenziali socio-sanitarie denominate “Residenze per l’esecuzione della misura di sicurezza” (Rems), che prevedono un’assistenza solo sanitaria. “Oggi è una giornata storica perché siamo arrivati al raggiungimento di questo fondamentale obiettivo che è il superamento definitivo degli Ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), ormai realizzato in tutta Italia: abbiamo infatti ancora solo sei pazienti che saranno trasferiti a giorni dall’ultimo Opg rimasto che è quello di Barcellona Pozzo di Gotto in Sicilia”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in un incontro per fare il punto sulla situazione degli Opg, insieme a Franco Corleone, commissario unico nominato dal Governo per la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari. Dunque, ha affermato Lorenzin, “possiamo dire che il lavoro del commissariamento è finito e che siamo riusciti a realizzare questo grande traguardo, nei diritti umani e nel percorso della salute mentale”. “Ringrazio il commissario Franco Corleone per il lavoro, insieme al tavolo delle Regioni, del ministero della Giustizia e dei diversi dipartimenti che hanno lavorato al raggiungimento di questo obiettivo”, conclude Lorenzin. Gli Opg saranno definitivamente sostituiti dalle nuove strutture approntate ormai in tutta Italia, i Rems (Residenze di espiazione di massima sicurezza) che sono strutture residenziali sanitarie gestite dalla sanità territoriale in collaborazione con il Ministero della Giustizia. Queste residenze garantiscono l’esecuzione della misura di sicurezza (detenzione) e, al tempo stesso, l’attivazione di percorsi terapeutico riabilitativi territoriali per i soggetti a cui è applicata una misura alternativa al ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario (OPG) e all’assegnazione a casa di cura e custodia. Ciò che sarà abbandonato sono dunque gli Opg, ovvero Ospedali Psichiatrici Giudiziari, prima chiamati “manicomi criminali”, sono strutture di internamento che dipendevano dal ministero della Giustizia. L’internamento era una misura di sicurezza di tipo detentivo prevista dal nostro ordinamento giuridico.
Negli Ospedali psichiatrici giudiziari venivano assegnati: gli internati per infermità mentale, pericolosità sociale, misura di sicurezza, minorati psichici, detenuti imputati soggetti a custodia preventiva sottoposti a perizia psichiatrica.