La postura davanti al pc: come prevenire problemi alla schiena

Al giorno d’oggi passiamo molto tempo davanti ai personal computer e siamo diventati sempre più sedentari. Questa tendenza ha portato inevitabilmente a dover fare i conti con dei nuovi disturbi del nostro corpo dovuti alla postura che assumiamo durante le ore passare al pc

Davanti a uno monitor pian piano che lavoriamo tendiamo ad incurvarci e a ingobbirci mentre sarebbe molto importante mantenere la schiena dritta. La colonna vertebrale per una corretta postura dovrebbe trovare sostegno con lo schienale della sedie che utilizziamo.
Quando stiamo dritti spesso abbiamo la sensazione di essere eccessivamente tesi e cosi iniziamo quasi involontariamente a stirare il collo o insaccarlo nelle spalle. Bisogna invece tenere sempre la testa alta e le spalle ben rilassate con gli occhi in linea con il monitor dinanzi a noi.
Per una corretta postura davanti al pc è importante anche che le spalle devono essere aperte, così come è importante evitare tensioni al collo e alla mascella che possono causare del mal di testa. E’ possibile anche utilizzare una fascia posturale per aiutare le persone a trovare la giusta posizione e per alleviare i dolori di schiena e rimuovere le tensioni accumulate. Queste fascie costano davvero poco e possono essere acquistate anche in modalità media shopping.
La scelta poi della sedia da utilizzare davanti al pc è fondamentale, in quanto la regolazione dell’altezza della seduta consente di trovare il giusto equilibrio per creare un angolo di 90gradi con le gambe e che consente una situazione di relax.
La distanza poi degli occhi dallo schermo deve essere ottimale per non sforzare il collo e per la salute della vista.

Questi accorgimenti ci consentono una postura corretta ma stare molto tempo al pc compromette comunque la nostra salute e quella della nostra schiena. E’ buona norma quindi cercare di fare una pausa all’incirca ogni due ore di lavoro. Alzarsi, sgranchirsi e fare due passi ed evitare sessioni prolungate al personal computer.
E’ importante mantenere la posizione della seduta corretta anche per il nostro equilibrio e benessere mentale, studi hanno dimostrato che lavorare comodamente aumenta la produttività e l’umore.

Possiamo quindi definire delle cosidette linee-guida da seguire:

– non accavallare le gambe
– evitare di lavorare al pc stando seduti su divani senza cuscini di sostegno delle vertebre lombari
– cerchiamo sempre di appoggiare il bacino in fondo alla sedia e la schiena allo schienale
– utilizzare sedia o poltrona ergonomiche
– scegliere un tavolo da lavoro adeguato che permetta allo schermo di stare a circa 40-60 cm di distanza
– quando scriviamo del testo con la tastiera appoggiamo entrambi gli avambracci
– sotto la scrivania deve esserci un ampio spazio per permettere di muovere le gambe senza che le ginocchia siano in qualche modo compresse
– la sedia dovrebbe essere girevole, con l’altezza regolabile, lo schienale regolabile in altezza e inclinazione e anche un buon appoggio lombare
– può essere utile avere un poggiapiedi

Bisognerebbe seguire tutte queste indicazioni per prevenire i danni causati dalle cattive posture al pc.