Il Giappone alla ricerca del segreto dell’eterna giovinezza, al via i test per la pillola antietà

Direttamente dal Giappone, arriva il via al test per la pillola dell’eterna giovinezza. Uno studio scientifico è pronto a verificare i presunti effetti antietà da parte del nicotinammide mononucleotide, già impiegato sul mercato come supplemento. Riscontro positivo è stato rintracciato nei topi, ma non è ancora chiaro se il farmaco eserciterà gli stessi effetti sull’uomo

pillola antietà

Prende il via dalla Keio University di Tokyo, il test per la pillola dell’eterna giovinezza. Prevista per il mese di luglio, la prima sperimentazione clinica tesa a verificare quali effetti il nicotinammide mononucleotide – dai presunti benefici antietà – possa esercitare sulla durata della vita dell’uomo. Il farmaco, già impiegato sul mercato come supplemento, ha fatto riscontrare notevoli effetti positivi sui topi. Lo studio scientifico, a fianco all’università Giapponese, vedrà la collaborazione del gruppo del gerontologo hinichiro Imai, della Washington University di Saint Louis. Proprio i suoi esperimenti, hanno dimostrato che la nicotinammide è in grado di attivare nei topi, un gene che codifica le sirtuine , una classe di proteine dagli importanti effetti antietà. Si tratterebbe di benefici che andrebbero ad influire non solo sulla durata della vita in termini quantitativi, ma anche qualitativi attraverso un miglioramento della vista e del metabolismo. Riscontri molto positivi sono stai riscontrati dunque sui topi, ma nel caso degli uomini, è ancora tutto da verificare.