Fra 5 anni vi saranno più bambini obesi che sottopeso

Uno studio riportato su Lancet, evidenzia come nei paesi a rapida trasformazione a preoccupare sono l’obesità da una parte e la dieta poco sana ed inadeguata dall’altra.

Il trend alimentare attuale porterebbe nel 2022 a un numero di bambini e adolescenti obesi più alto dei bambini moderatamente o gravemente sottopeso.

obesita'
obesita’

In buona sostanza si passerebbe da un eccesso all’altro. Ma di tutto ciò, non v’è molto da meravigliarsi visto che prevale un’alimentazione sbagliata e ipercalorica, spesso figlia di minor costo e quindi più alla portata di tutti.

La ricerca sull’obesità pubblicata su Lancet è stata eseguita da oltre mille ricercatori in tutto il mondo ed ha riguardato persone con età compresa fra i 5 e i 19 anni. In particolare, ha riguardato 129 milioni di persone sopra i cinque anni di età e 31,5 milioni dei quali tra i 5 e i 19 anni.

Per comprendere il fenomeno è possibile raffrontare i dati sull’obesità del 1975 a quelli del 2016. 40 anni addietro infatti si contavano nel mondo 11 milioni di ragazzi obesi mentre nel 2016 la conta è arrivata a 124 milioni, a cui aggiungere 213 milioni di bambini e adolescenti in sovrappeso, dunque sotto la soglia dell’obesità.

Un’indagine dell’Imperial College London ha evidenziato come i bambini obesi siano passati dall’1% complessivo del 1975, al 6% per le bambine ed all’8% per maschi nel 2016.

Ciò dipende anche dal costo del cibo sano e nutriente che resta troppo caro per le fasce povere della popolazione, un effetto che causa la conseguenza dell’obesità e che determina un’intera generazione di adolescenti malnutrita.

Non solo obesità e sovrappeso, perché preoccupano anche i dati su bambini e adolescenti troppo magri. Sempre nel 2016, i moderatamente o gravemente sottopeso sono stati 75 milioni le ragazze e 117 milioni i ragazzi. Una popolazione riscontrata maggiormente nelle aree più povere del mondo come il Sud dell’Asia ad esempio, ciò a causa di politiche di nutrizione che non riescono a seguire il boom demografico.