In corso la Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla: oggi, la Giornata Mondiale

Congressi tenuti da importanti specialisti, raccolte fondi in centinaia di piazze italiane, nonché campagne social per coinvolgere i giovani di tutto il mondo. Questi gli eventi in programma nella Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla in corso fino a domenica 4 giugno. Oggi, mercoledì 31 maggio, si celebra la Giornata Mondiale dedicata alla terribile malattia per un’ampia sensibilizzazione sul tema

E’ in corso la Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, patologia classificata come prima causa di disabilità tra i giovani, seconda solo agli incidenti stradali e, ad oggi, senza una cura definitiva. Fino al 4 giugno, centinaia di piazze italiane si faranno teatro di raccolte fondi, manifestazioni sul tema e congressi tenuti da importanti specialisti, al fine di fare luce sulla terribile malattia. Al mondo, sono ben tre milioni le persone costrette a convivervi e, tra di esse,  114.ooo sono solo in Italia. Il programma della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) con la sua Fondazione (FISM), si presenta denso e ricco di eventi. Su tutto il territorio italiano infatti, verranno organizzati oltre 30 convegni, utili per fornire informazioni sul tema e far luce sulle novità della ricerca scientifica. In più, in 400 piazze italiane, sono in corso iniziative di raccolta fondi da destinare proprio alla ricerca.  Per ulteriori informazioni sulla Settimana, gli eventi e gli incontri è possibile consultare il  sito di AISM. In più, proprio oggi, mercoledì 31 maggio, si celebra la Giornata Mondiale della sclerosi multipla. Per l’occasione, 70 Paesi di tutto il mondo, saranno uniti e connessi tramite la campagna social globale #LifewithMS. Chiunque potrà condividere la propria esperienza, scambiare messaggi, ascoltare storie e raccontare la malattia utilizzando l’hashtag della campagna. Ciascuno potrà dare voce al proprio dolore e al proprio coraggio, confessando paure, parlando delle proprie difficoltà, diffondendo messaggi di speranza, condividendoli su Youtube o postandoli su Instagram, Facebook o Twitter. Il tutto verrà riportato sul sito World MS Day.