AIDS, 120 mila i sieropositivi in Italia

Le persone che convivono con l’Hiv in Italia sono oltre 120mila, le morti diminuiscono ma anche l’informazione in merito la malattia

AIDSLa media in Italia è quella di un nuovo caso di AIDS ogni due ore, questo è il dato diffuso in questi giorni dagli specialisti del settore che ricordano peraltro il numero di persone che combattono nella nostra Nazione con l’HIV, ben 120.000. Sono gli specialisti dell’Icar (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research) a ricordare che l’AIDS è presente in Italia così come nel resto del mondo a fronte di una informazione sulla malattia e la prevenzione che è drasticamente diminuita. Un calo che registra anche il tasso di mortalità legato all’HIV dovuto alle terapie che, se applicate in tempi opportuni, riescono ad agire con risultati positivi. Ogni anno si contano in Italia 4.000 nuovi casi di AIDS che riguardano soprattutto le fasce giovanili della popolazione, ragazzi/e di età compresa fra i 25 e i 29 anni, dunque uno ogni due ore. Fra le regioni più colpite Lazio, Emilia Romagna, Liguria e Lombardia che arriva a contare 20mila persone sieropositive.

Di questi dati, dei progressi scientifici e dell’importanza dell’informazione se ne parlerà all’Icar (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research), l’evento congresso che si terrà dal 6 all’8 giugno 2016 a Milano. A parlarne Antonio Chirianni, Presidente della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali il quale ha evidenziato: “Noi intendiamo coordinare le diverse realtà scientifiche impegnate nell’assistenza, ricerca e sperimentazione clinica in tema di infezione virali. L’evento Congresso di ICAR è basato sui contributi originali della ricerca italiana, nel campo dell’infezione da HIV/AIDS e delle altre malattie virali, aperta ai contributi internazionali nel settore”.