farmaci da banco

46 milioni di italiani si curano da soli con farmaci da banco

Una ricerca del Censis realizzata in collaborazione con Assosalute, dice che gli italiani che si curano da soli con i farmaci da banco sono 46 milioni

Sono 46 milioni gli italiani che fanno uso di farmaci da banco e 15 miloni di questi lo fanno anche spesso. Emerge infatti che ormai il ricorso al farmaco è diventato maturo, consapevole e informato. La ricerca ha dimostrato che la prima volta che una persona ricorre a un farmaco senza obbligo di ricetta, quindi per curare piccoli disturbi, chiede consiglio al proprio medico. Ciò accade nel 70,4% dei casi.

farmaci da banco
farmaci da banco

Inoltre, l’83,1% degli italiani leggono sempre il foglietto illustrativo e il 68,4 % di questi afferma di comprenderlo in toto. Solo nel caso in cui il disturbo dovesse continuare, l’88,5% degli italiani si rivolge al medico e il 36,2% al farmacista.

Stante a questi dati, l’automedicazione avviene sempre su indicazioni mediche. Dal punto di vista della spesa, in Italia, è calcolato che ogni individuo spende in media 40,2 euro all’anno.

La cifra è una delle più basse, se raffrontata con la spesa pro-capite per farmaci senza obbligo di prescrizione, che avviene in altri paesi d’Europa. In Gran Bretagna ad esempio, la spesa pro-capite sale a 69,6 euro mentre in Germania si arriva 80,1 euro e in Francia a 83,1 euro. Il valore medio di spesa in Europa è invece di 65,7 euro. In sostanza, gli italiani spendono il 39% in meno rispetto agli altri cttadini europei.

La ricerca è andata oltre e ci dice anche che 17,6 milioni di italiani sono guariti da piccoli disturbi assumendo un farmaco da automedicazione almeno in una occasione durante l’anno. Si è riusciti a determinare anche altri dati, come ad esempio il numero di connazionali che ha evitato di scaricare l’onere delle cure sul sistema pubblico, proprio grazie all’uso dei farmaci da banco. Questi, sono stati in 17 milioni.

Il 54% porta con se farmaci da banco ed infine il dato che riguarda l’aspetto sociale: 15,4 milioni di lavoratori sono rimasti sul posto di lavoro proprio grazie all’effetto di un farmaco da automedicazione.